In questi ultimi giorni in Nepal vi sono state le elezioni politiche; la campagna elettorale è stata abbastanza accesa e ha visto la partecipazione attiva della popolazione in molte manifestazioni. Un totale di 88 (ottantotto!) partiti si sono schierati per dividersi i 275 posti del parlamento; alleanze e strategie non sono state da meno rispetto a quelle a cui siamo abituati qui in Italia anche se l'alto numero di formazioni politiche lascia un po' perplessi.

Nell'infervorato clima elettorale i lavori al ''Siddartha Lifting Drinking Water Supply'', quello che noi abbiamo chiamato Sogno di Shakarmann, sono comunque andati avanti. L'8 dicembre 2017 è arrivato al villaggio il carico di tubi in acciaio necessari per portare l'acqua dalla vasca di pompaggio a quella posta più in alto, dalla quale si dipartiranno le varie tubazioni dirette alle utenze. La scelta dell'acciaio è resa necessaria per resistere alla pressione a cui saranno sottoposti i tubi, dato il dislivello che deve essere superato.

Toccherà ora ai vari lavoratori del villaggio effettuare gli scavi (a mano) per posare le tubazioni.

Domani (10 dicembre 2017) sarà la volta dei 5 pali per la linea elettrica di alimentazione della pompa con i relativi cavi.

Seguiamo i lavori quasi in diretta grazie ai diversi social media che permettono conversazioni e videochiamate transcontinentali senza alcun costo; si riescono così a condividere emozioni, problemi, ansie...

Grazie a tutte le persone che generosamente  sostengo questo progetto.

Condividi
Acquedotto di Chukha: avanzamento lavori (9 dicembre 2017)