Venerdì sera (15 aprile 2016), durante e dopo la cena organizzata dall'Associazione Cecy-onlus e dal Comitato Mario Vallesi presso il ristorante "Sarvanot" a Castellar, si è fatta esperienza di solidarietà 'vera'. Bella e conviviale è stata l'atmosfera che si è respirata. Si era in  duecento e trenta persone, lì radunate solo perché mosse dalla volontà di contribuire concretamente alla ricostruzione del post-terremoto nepalese di un anno fa.

A condurre nel vivo della serata è stato il caloroso e meritato plauso che ha accompagnato il momento dell'intervista ai gemelli Dematteis, Martin e Bernard, nelle vesti di testimonials dell'evento in quanto giovani sportivi i cui risultati nella corsa in montagna e non solo, l'ultimo è infatti nella maratona di Roma, sono noti ai più.

martin-bernard-matteo-dematteis

Sul tardi Enrico Camanni e Roberto Mantovani hanno tenuto un interessante dibattito, caratterizzato dalla profonda conoscenza dell'argomento e dalla spontaneità che li contraddistingue. Il tema trattato verteva sul parallelismo che si può tracciare tra la situazione delle Alpi di circa un secolo fa e quella dell'Himalaya di oggi. Fatti salvi i debiti distinguo e considerato come ci si è ridotti qui da noi dopo anni e anni di una politica scellerata e spesso predatoria nei confronti delle terre alte, l'auspicio con cui entrambi i relatori hanno concluso è che altrettanto non accada negli altipiani e nelle valli situate sulle vie di transito verso gli ambiti e suggestivi ottomila himalayani, il più delle volte concepiti come pura conquista della vetta, costi quel che costi, e senza il necessario interesse e rispetto che invece meriterebbero quelle montagne mirabili e soprattutto i loro abitanti.

mantovani-camanni-dematteis

Vogliamo pertanto ribadire il nostro sentito grazie sia per la disponibilità ed entusiasmo dimostrati da Camanni e da Mantovani sia per quanto di stimolante per la riflessione ci hanno detto.

In ultimo, ma non per importanza, ci preme sottolineare la presenza di Lakpa Temba Sherpa.

lakpa-ringrazia

Per noi è stato l'ospite d'onore, perché in lui abbiamo davvero riconosciuto, oltre che un amico sincero, un attento referente in loco per i progetti di ri-edificazione delle due scuole nepalesi scelte come nostri primi obiettivi, a Nunthala e a Waku. Visibilmente emozionato e riconoscente, Lakpa ha raccontato del modo in cui si stia procedendo nei lavori, delle difficoltà e fatiche nel trasporto dei materiali, nelle difficoltà e fatiche nel seguire le direttive sovente contraddittorie del Governo Centrale, dove vige il caos e la corruzione (tanto per cambiare). E' ammirabile l'impegno che Lakpa ed alcuni suoi collaboratori mettono per aiutare il loro popolo. Hanno fondato a sostegno degli interventi la Monviso Nepal Foundation, appositamente chiamata col nome di una nostra cima in segno di riconoscenza per gli aiuti economici ricevuti da questa parte di mondo e la cosa è chiaro motivo di orgoglio per tutti quelli che in qualche misura si sentano chiamati in causa.

lakpa-con-direttivo-cecy-onlus

La raccolta fondi che era alla base della cena solidale è stata di gran lunga al di sopra delle aspettative. Durante la serata abbiamo infatti totalizzato una raccolta complessiva (quote di partecipazione per la cena e offerte libere) di euro 5.883,20 a fronte di una spesa per il ristorante di euro 3.450,00; conseguentemente la raccolta delle offerte al netto dei costi risulta di euro 2.433,20.

Di fronte ad un risultato così positivo, determinato dalla generosità di ciascuno (ad ulteriore testimonianza che l'unione fa la forza), ci si stupisce sempre e se ne trae nuova linfa per continuare ad impegnarsi.

Il nostro grazie è per tutti, per chi ha partecipato e anche per chi non c'era ma ha comunque contributo con il sostegno e con le offerte alla riuscita dell'iniziativa.

Grazie a tutti i volontari

reception-and-receptionists

Grazie al  Birrificio Kauss di Piasco

e

all'azienda Agricola Le Marie di Barge

che  hanno rispettivamente offerto la birra e il vino per la cena.

Un grosso  grazie agli sponsor:

Micro Plant – Revello; MB Automatismi – Revello; Adriano Automobili – Bagnolo Piemonte;

El Panaté dle Scalette” - Revello; Ribotta Group scrl – Revello, Utensil Legno – Revello;

 L'Asparago Dolce di Piero Fraire – Revello, CLEN Commercio Legnami – Torre San Giorgio,  Reale Mutua Ag. di Saluzzo;

Assicurazioni Mondino – Revello, Geuna Ceramiche – Revello,  Cherasco, tinteggiature, verniciature, sabbiature – Villar San Costanzo;

Garage Italia – Saluzzo, Rosatello Macchine Agricole – Lagnasco, Tipolitografia Nuova Stampa - Revello.

sponsor-della-cena-solidale
Condividi
Cena solidale 2016: grazie