Viaggiare è qualcosa a cui tutti piace,
conoscere il mondo e con esso sentirsi in pace.

Abbracciare nuove culture e i cambiamenti,
che inevitabilmente coinvolgono gli animi, anche i più resistenti;

da sempre e per sempre, viaggiare trasforma il cuore,
lo rende più grande, più libero e lo arricchisce di colore.

Almeno per noi e per il nostro viaggio così è stato,
un viaggio verso un qualcosa di davvero incantato,

oltre il Nepal e le montagne, aldilà di ogni cima,
abbiamo toccato le stelle nella terra al ciel più vicina!

Grazie alla gente che laggiù di noi si è presa cura,
e con sorrisi e gentilezza ci ha accolto con tal premura.

Ecco! È questa la cosa che tocca più la nostalgia,
i bimbi, gli sherpa, che hanno dato al tutto un tocco di magia!

E insieme al ricordo del passato questa magia è cambiata,
più grande e più importante nei nostri cuori è diventata!

Una magia che ha avvolto il viaggio di una commovente bellezza,
e che ad ogni risata, ad ogni lacrima, là, ne abbiam sentito l’ebbrezza.

Dunque all’intensità che ho vissuto queste parole voglio dedicare,
e che quella famosa magia non ci faccia smettere di sognare!

Guardare il mondo per com’è davvero,
con gli occhi che brillano e con il cuore sincero,

non fermarsi di fronte al brutto e al dolore,
perchè il mondo è meraviglioso e non può che offrirci l’amore!

Bettina

Condividi
Alla terra più vicina al cielo
Tag: