Arturo Rosso, uno degli artisti amici di Cecy Onlus, ci ha lasciati.

Oggi nella Parrocchiale di Caraglio abbiamo salutato Arturo Rosso, morto il 31 marzo a seguito di un tumore. Noi della Cecy-onlus lo vogliamo ricordare perché è stato uno degli artisti che con grande partecipazione aveva dato una sua scultura per la mostra “Non sono grigie le pietre“.
Professore di Latino e Greco presso il Liceo Classico Silvio Pellico di Cuneo è stato un insegnante amato dai suoi studenti oltre che un uomo di grande impegno civile, dedito al suo paese, cui ha donato con spirito di servizio le proprie competenze culturali ed equilibrio umano finché ne ha avuto la forza.
A noi ha lasciato una testimonianza di umiltà e di altruismo attraverso quel suo essere schivo e silenzioso, forse timido, ma certamente acuto ed intelligente, che ha saputo coniugare l’amore sincero e fecondo per la conoscenza con il gusto concreto ed essenziale del contadino, amando la sua terra di Vallera e riempiendo di significato le sue radici.
I bambini della scuola paritaria dell’infanzia di cui lui era al momento il Direttore lo hanno ringraziato dicendo: “Grazie perché hai creduto in noi”.

Pure in noi della Cecy onlus aveva creduto.

Arturo Rosso era persona che prendeva sul serio le cose, che coltivava fermamente la speranza nel futuro, che si impegnava perché fosse migliore.

Così, infatti, con questo animo, aveva abbracciato il nostro progetto per il Nepal ed aveva voluto contribuire a costruirlo. Noi raccogliamo in eredità il suo entusiasmo pacato e solido per continuare anche in suo onore il cammino che avevamo intrapreso insieme.
Grazie, compagno di viaggio. Saluta in cielo, da parte nostra, tutti gli amici e i cari che lassù incontrerai.

Condividi
Un ricordo per Arturo Rosso