Avevamo lasciato in sospeso, nel precedente post di qualche giorno fa , la situazione a Waku, pubblicando qualche foto di preparazione del materiale per i lavori di ricostruzione della scuola: la ricerca del legname per la fabbricazione dei serramenti e la scelta e squadratura delle pietre per i muri della scuola.

L’instancabile Lakpa Temba Sherpa, responsabile della Monviso Nepal Foundation, è nuovamente nella bassa valle del Khumbu per coordinare e visionare i lavori e da Waku, il villaggio che richiede i maggiori sforzi per il trasporto dei materiali utili per la costruzione,  ci ha mandato oggi alcune interessanti foto per mostrare l’avanzamento dei lavori. I muratori, tutti residenti nel villaggio o nelle sue immediate vicinanze, sono al lavoro per la realizzazione delle  fondazioni del primo dei tre edifici scolastici previsti dal progetto per ricostruire le scuole di Waku distrutte dal terremoto dell’aprile 2015.

Ingegneri, architetti, geometri, muratori e operatori edili in generale avranno di che commentare: ecco le fondazioni (scavi fatti a mano), i plinti, ferri e staffe per i pilastri in cemento armato. Sullo sfondo delle foto è possibile vedere le pietre già preparate per i muri del primo complesso scolastico in costruzione. Per il trasporto di una buona quantità di cemento per la prima gettata si è scelto il mulo mentre, è bene ricordarlo, il ferro e una prima parte del cemento è stato completamente trasportato a spalla per due giorni di cammino.

I lavori vanno avanti e i progetti si stanno concretizzando con la fatica di questi bravi muratori nepalesi che non di rado sorridono mentre lavorano; ora tocca a noi dare un segnale concreto: regaliamo un sorriso ad una persona amata vicina a noi e contribuiamo a pagare il lavoro di un muratore-agricoltore in un  povero villaggio ai piedi della montagna più alta del mondo.

Condividi
Waku (Nepal): muratori al lavoro per la scuola.
Tag: