Revello, 5 maggio 2021

Abbiamo molto pensato se intraprendere questo progetto in un periodo di pandemia; l'abbiamo tenuto nel cassetto per  mesi... perché chiedere soldi per la costruzione di una scuola in un remoto villaggio del Nepal quando attorno a noi vi sono mille problemi?

La risposta è nel cuore di ognuno... e il cuore non può starsene  chiuso in lockdown per troppo tempo.

Nechasalyan

Nechasalyan è una municipalità rurale del Nepal (in scrittura nepalese: नेचासल्यान गाउँपालिका - Nechasalyan Gaupalika)  che comprende un'area con diversi villaggi situati nel basso Solukhumbu.

Uno di questi villaggi, Necha Gahri,  è  costituito da case di agricoltori disperse su un grande versante della montagna all'interno di una profonda valle, ad uno quota intorno ai 1.450 m s.l.m.  L'economia è quella di molti altri villaggi rurali del Nepal, basata su una povera agricoltura ed esegui commerci, completamente   ignorati dal turismo che preferisce i trekking a quota maggiore, ai piedi dei grandi ottomila himalayani.

I bambini che frequentano la scuola sono 330.

La scuola

A Necha Gahri i danni del terremoto del 2015 son ancora ben visibili; 6 anni sono trascorsi ma qui gli interventi alle opere pubbliche non si sono concretizzate e l'attuale scuola, che ospita 330 ragazzi, è fatiscente.

Il progetto

Il progetto è stato proposto direttamente dai rappresentanti del villaggio.

Si compone di due moduli di due aule ciascuno al  piano terreno, costruiti con struttura antisismica in cemento armato, muri in pietra e tetto in lamiera azzurra, secondo le tipologie tipiche del posto.

Il costo complessivo dell'intera  scuola è di 64.000,00 euro.

 

 

Una scuola per Necha Gahri
Tag: